Barone di Villagrande: è qui che la cucina dello stellato Chef Accursio Craparo incontra i magnifici vini del vulcano con una degustazione verticale delle annate dell’Etna DOC Bianco Superiore Contrada Villagrande. Un’evento esclusivo che vede unirsi le culture del vino di alta qualità e della cucina ricercata.

E’ con un tris di antipasti che lo “Chef delle due Sicilie” fa partire il pranzo, si tratta di un crostino di pane con polvere di pomodoro e origano, con sopra un olivo di riduzione di olio; una mousse di ricotta con crostini di panelle e per finire un arancinetto allo zafferano con limone, noi li assaggiamo abbinandoli con l’ottimo Etna DOC Bianco Superiore annata 2021

Il primo piatto si chiama “Orto”: un patè di ceci con verdure di campo, menta, polvere di lampone e rapa rosso, con sopra la vegetazione composta da ortaggi fermentati ed erbe spontanee, su un letto di un mix di finocchio tritato e te nero, a ricordare la sabbia vulcanica, servito con l’Etna DOC Bianco Superiore Contrada Villagrande annata 2019.

Si procede con uno dei piatti, a nostro parere, più interessanti del pranzo: Ravioli di patate con castagne e funghi chiodini e olio al tartufo, servito al tavolo con il versamento del brodo di gallina vecchia. L’ottimo abbinamento questa volta viene fatto con l’Etna DOC Bianco Superiore Contrada Villagrande del 2018, un vino espressivo, figlio di un’annata molto calda, che ci ha davvero colpiti.

Come secondo lo Chef propone una Coscia di agnello aggrassata (glassatura con i suoi stessi fumi e aromi) e servita con un fondo di broccoli, finita con polvere di olive e capperi croccanti fritti, che degustiamo con il Contrada Villagrande del 2017.

Arriviamo dunque al dolce, la proposta dello Chef Accursio ci ha davvero colpiti, presentando un “Uovo alla coque” che in realtà è un dolce, l’albume è sostituito da un biancomangiare di ricotta, il tuorlo da Lodi e frutta della passione, con una granella di mandorle a ricordare il sale.

L’ottimo abbinamento scelto è con il Passito di Barone di Villagrande: il Malvasia delle Lipari dell’annata 2017

Continuando si passa ad un Humus di cioccolato, tartufo e nocciole, con un crumble di nocciole e cioccolato macinati, accompagnati questa volta da un rosso esclusivo, degustabile solo presso Barone di Villagrande: Sciara, annata 2017, un vino IGT composto da Merlot all’80% e da Nerello Mascalese al 20%, che arriva in bottiglia dopo 18 mesi in rovere francese (in tonnau e barrique)

Concludiamo il pranzo con un tris di piccola pasticceria: Un tartufino riprodotto a dolce, di cioccolato soffiato, un cannolicchio con ricotta e un dolce tipico modicato: l’impanadiglia, originariamente con cioccolato e manzo all’interno, ma riproposto dallo Chef con Cioccolato e Lenticchie

Barone di Villagrande per noi è sempre una garanzia, e poter vedere i loro fantastici vini accompagnare la cucina stellata dello Chef Accursio è stata per noi una bellissima esperienza.

Vedi gli Scatti dell’Evento

Web Design di wineregister.it

Questo sito web è stato sviluppato integralmente da Lorenzo Licciardello per WebCreative | Agenzia digitale by Wineregister®

Wineregister® è un marchio registrato. La W®, Wineregister® e WebCreative fanno parte di Wineregister® Group – Wine Promotion Solutions